Andrea Sottoriva

Andrea Sottoriva è il responsabile del Centro di ricerca di Biologia Computazionale di Human Technopole.

La ricerca di Andrea si focalizza sullo sviluppo di nuovi approcci computazionali per misurare i processi di evoluzione dei tumori nei pazienti, con lo scopo di effettuare previsioni dello sviluppo della malattia e progettare nuove strategie di trattamento che mirano a controllare la resistenza ai farmaci.

Dopo la laurea in informatica presso l’Università di Bologna nel 2006, ha conseguito un master in scienze computazionali presso l’Università di Amsterdam nel 2008. Durante gli studi del master ha, inoltre, svolto attività di ricerca all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e delle Alte Energie (NIKHEF) dei Paesi Bassi dove ha lavorato all’esperimento del telescopio per neutrini ANTARES.

Nel 2012 ha ottenuto un dottorato di ricerca in biologia computazionale dall’Università di Cambridge, dove ha lavorato presso il centro di ricerca di Cancer Research UK.

Dopo il post-dottorato presso la University of Southern California, ha avviato il suo laboratorio presso l’Institute of Cancer Research di Londra nel 2013, dove nel 2018 è diventato vicedirettore del Center for Evolution and Cancer e poi direttore nel 2020.

È autore di numerosi studi pubblicati su prestigiose riviste scientifiche tra cui Science, Nature Genetics e Cancer Discovery. Tra i suoi articoli si segnalano, tra gli altri, “Subclonal reconstruction of tumors by using machine learning and population genetics” (Nature Genetics, 2020), “Evolutionary dynamics of neoantigens in growing tumours” (Nature Genetics, 2020), “Detecting repeated cancer evolution from multi-region tumor sequencing data” (Nature Methods, 2018),  “Longitudinal liquid biopsy and mathematical modelling of clonal evolution forecast waiting time to treatment failure in a phase II colorectal cancer clinical trial” (Cancer Discovery, 2018), e “Patient-derived organoids model treatment response of metastatic gastrointestinal cancers” (Science, 2018).

Nel 2016 il Cancer Research UK gli ha conferito il prestigioso premio “Future Leaders in Cancer Research”.